EliorXlaScuola

Elior Gemeaz Elior

News ed Eventi

13/03/2018
Il sale: poco fin da piccoli
Al via la Settimana mondiale per la riduzione del consumo di sale. Il professor Zuccato dell’Istituto Mario Negri di Milano ci spiega i rischi di un’alimentazione troppo ricca di sodio

Insegniamo ai bimbi a usare poco sale, sostituendolo eventualmente con erbe aromatiche: apprezzeranno fin da piccoli il sapore naturale dei cibi. È una delle regole di salute diffuse nella Settimana mondiale di sensibilizzazione per la riduzione del consumo di sale, che dal 12 al 18 marzo mette al centro i problemi legati all’eccesso di sodio nell’organismo.

Ne abbiamo parlato con il prof. Ettore Zuccato, a capo del Laboratorio di tossicologia alimentare del Dipartimento ambiente e salute all’Istituto Mario Negri di Milano, che da anni collabora ai nostri progetti di benessere alimentare. «Il sodio contenuto nel sale è necessario alla vita: regola il bilancio idrosalino ed è fondamentale per attivare la conduzione degli stimoli nervosi. Ma nell’assunzione occorre rispettare il giusto equilibrio». Perché eccedere è facile. L’Organizzazione Mondiale della Sanità suggerisce un consumo giornaliero di 5 grammi, ma in Italia arriviamo a più del doppio. E i rischi sono dietro l’angolo «dalla ritenzione idrica all’ipertensione alle complicazioni di natura cardiovascolare». Ma come fare per ridurre i consumi? «Il sale genera una vera e propria dipendenza. Bisogna fare attenzione non solo a quello “visibile” usato come condimento, ma anche a quello contenuto negli snack, nei salumi, nei formaggi e nei piatti pronti del supermercato». Sfuggendo contemporaneamente ai falsi miti sui sali esotici: «Il problema è il sodio. Tutti i sali contengono sodio e quindi tutti i sali, se assunti in dosi eccessive fanno male, da quello dell’Himalaya a quello integrale».

Insomma, per guadagnare in salute da adulti occorre che l’attenzione sia massima fin da piccoli. Una regola che in Elior applichiamo da anni nella preparazione dei menu: per un’alimentazione equilibrata e salutare, capace di far crescere bene i nostri figli.